C.arte è l’espressione più intima del nostro percorso e della nostra ricerca come collettivo. Un diario che, per noi, assume un significato simbolico e restituisce forma concreta al lavoro, spesso nascosto, che viene svolto tra curatore ed artista. Una raccolta di dialoghi liberamente tratti dalle conversazioni avute (e che avremo) con artisti, curatori, galleristi e collezionisti.

Abbiamo pensato di realizzare queste pubblicazioni ogni quattro mesi raccontando, con cadenza fissa, alcuni degli incontri che avvengono in questo arco di tempo. I Dialoghi di Carta sono, per noi, una verifica del lavoro svolto e, per il lettore, una finestra diretta sulla scena dell’arte contemporanea attuale.

Nel primo numero parliamo di tre giovani artiste provenienti da diverse regioni d’Italia rappresentando così, anche geograficamente, il fermento e la varietà di esperienze dei territori da cui proveniamo. Monica GattariJennifer Pérez Crisanti e Nicole Voltan sono accomunate dalla stessa capacità di unire formazioni e competenze che derivano da ambiti diversi, contribuendo a definire un percorso artistico sfaccettato in cui, nonostante operino con vari media, è facile ritrovare un chiaro filone di ricerca. Conservando il rispetto della singolarità e della varietà dei lavori, crediamo che vi siano fra di loro delle connessioni, dei fili, più o meno celati, che vorremmo proporre al lettore, nella consapevolezza che si tratta di suggestioni. C.arte è stato pubblicato con una tiratura limitata di 150 copie. Per ordinarne una inviaci una mail.

Nel secondo numero, in uscita nel mese di maggio 2018, proponiamo una riflessione sui significati che l’atto dell’autoritrarsi può assumere oggi, in dialogo con tre giovani artiste: Neda Shafiee Moghaddam, Annaclara Di Biase e Alessandra Baldoni. La pubblicazione avrà una tiratura limitata di 100 copie. Per pre-ordinarne una inviaci una mail.

/!\ error getUserIDFromUserName. /!\ error empty username or access token.